stabile

2013

Savosa

Trattasi di un terreno pianeggiante attualmente occupato da due edifici su due piani destinati alla demolizione, che si trova nel comparto “A” nella zona di Piano Particolareggiato di Via San Gottardo.
La superficie utile lorda massima complessiva che può essere realizzata sui due fondi è di mq. 2'600.00 ( mq. 1'800.00 / mq. 800.00), come peraltro previsto dagli art. 8.1 e 8.2 del Piano Particolareggiato della zona di Via San Gottardo PP1.
L’impianto urbanistico proposto tiene conto delle Norme specifiche per il suddetto comparto, dei rapporti con il vicinato e soprattutto della futura edificazione sul fondo attiguo lungo Via San Gottardo, per il quale sarebbe auspicabile il prolungamento della facciata ovest e soprattutto del porticato al piano terreno.
Considerando quanto sopra esposto, nonché la particolare forma del terreno e il suo orientamento, si è proposto la formazione di due blocchi edilizi orientati est-ovest collegati tra loro per il tramite di un corpo in cui trovano posto le circolazioni verticali di tutto il complesso residenziale.
Gli accessi e le uscite veicolari sono previste dalle due strade comunali, mentre l’entrata dell’autorimessa interrata avverrà direttamente dal posteggio privato. Non si esclude di regolamentare il traffico privato in un unico senso di marcia (enrtrata via S. Gottardo e uscita su Via E. Maraini).

Condominio residenziale

2013

Savosa

Trattasi di un terreno pianeggiante attualmente occupato da due edifici su due piani destinati alla demolizione, che si trova nel comparto “A” nella zona di Piano Particolareggiato di Via San Gottardo.
La superficie utile lorda massima complessiva che può essere realizzata sui due fondi è di mq. 2'600.00 ( mq. 1'800.00 / mq. 800.00), come peraltro previsto dagli art. 8.1 e 8.2 del Piano Particolareggiato della zona di Via San Gottardo PP1.
L’impianto urbanistico proposto tiene conto delle Norme specifiche per il suddetto comparto, dei rapporti con il vicinato e soprattutto della futura edificazione sul fondo attiguo lungo Via San Gottardo, per il quale sarebbe auspicabile il prolungamento della facciata ovest e soprattutto del porticato al piano terreno.
Considerando quanto sopra esposto, nonché la particolare forma del terreno e il suo orientamento, si è proposto la formazione di due blocchi edilizi orientati est-ovest collegati tra loro per il tramite di un corpo in cui trovano posto le circolazioni verticali di tutto il complesso residenziale.
Gli accessi e le uscite veicolari sono previste dalle due strade comunali, mentre l’entrata dell’autorimessa interrata avverrà direttamente dal posteggio privato. Non si esclude di regolamentare il traffico privato in un unico senso di marcia (enrtrata via S. Gottardo e uscita su Via E. Maraini).