La Chiesa

2008

Locarno Monti

Il nuovo Ristorante «La chiesa» non è in effetti un nuovo esercizio pubblico, ma la ristrutturazione completa del precedente ristorante Montanina fin dagli anni ’50 situato nel corpo di fabbrica ovest della Chiesa S.S. Trinità di Locarno - Monti.
Nel 1959 l’architetto Beretta Piccoli di Locarno presentò la domanda di costruzione dell’attuale campanile, al quale negli anni ’70 fu addossato una veranda con tetto a una falda (angolo sud – ovest).
Detto ampliamento, di basso pregio architettonico, dimostrò già a quell’epoca un crescente fabbisogno di spazi per la clientela del Ristorante.
In seguito, tenuto conto delle nuove normative sull’igiene, sulla polizia del fuoco, sulle misure a favore degli invalidi motulesi e sul risparmio energetico, la committenza, nell’estate del 2005 decide di elaborare un progetto di ristrutturazione che tenesse conto delle suddette considerazioni, nonché delle esigenze spaziali del nuovo gerente.

A livello funzionale, si chiedeva:
- La creazione di nuovi servizi igienici al PT, affinché si potessero abbattere le attuali barriere architettoniche;
- La sostituzione della piccola e fatiscente cucina distribuita su due livelli (PT e 1°P);
- La sostituzione della veranda risalente agli anni ‘50;
- L’ampliamento della sala e quindi l’incremento del numero di posti interni;
- La creazione di un’unica grande sala al primo piano.
L’idea progettuale fu quindi quella di costruire un’unica nuova struttura capace di raggruppare e organizzare le desiderate elencate sopra.

Il nuovo corpo di fabbrica è stato dettato dalle dimensioni planimetriche del campanile e da quelle del vecchio pergolato, che già originariamente si identificava come un volume ben definito.
La nuova struttura avvolge quindi il vecchio edificio e organizza in sequenza logica i seguente spazi:
L’entrata principale del ristorante; 2 wc per le signore, di cui uno per le persone in carrozzella;
Una nuova cucina con l’entrata fornitori dall’atrio principale;
Una nuova veranda a sostituzione di quella precedente .

Il rivestimento esterno del nuovo edificio è stato realizzato in lamiera e in vetro. Infatti, la facciata sud e gran parte di quella ovest sono composte da ampie vetrate scorrevoli che mettono in risalto lo splendido panorama e il giardino.
Per quanto riguarda il vecchio edificio, sono state eseguite piccole modifiche murarie in relazione alla vecchia cucina (nuovo bar), nonché all’office al primo piano.

Ristorante La Chiesa

2008

Locarno Monti

Il nuovo Ristorante «La chiesa» non è in effetti un nuovo esercizio pubblico, ma la ristrutturazione completa del precedente ristorante Montanina fin dagli anni ’50 situato nel corpo di fabbrica ovest della Chiesa S.S. Trinità di Locarno - Monti.
Nel 1959 l’architetto Beretta Piccoli di Locarno presentò la domanda di costruzione dell’attuale campanile, al quale negli anni ’70 fu addossato una veranda con tetto a una falda (angolo sud – ovest).
Detto ampliamento, di basso pregio architettonico, dimostrò già a quell’epoca un crescente fabbisogno di spazi per la clientela del Ristorante.
In seguito, tenuto conto delle nuove normative sull’igiene, sulla polizia del fuoco, sulle misure a favore degli invalidi motulesi e sul risparmio energetico, la committenza, nell’estate del 2005 decide di elaborare un progetto di ristrutturazione che tenesse conto delle suddette considerazioni, nonché delle esigenze spaziali del nuovo gerente.

A livello funzionale, si chiedeva:
- La creazione di nuovi servizi igienici al PT, affinché si potessero abbattere le attuali barriere architettoniche;
- La sostituzione della piccola e fatiscente cucina distribuita su due livelli (PT e 1°P);
- La sostituzione della veranda risalente agli anni ‘50;
- L’ampliamento della sala e quindi l’incremento del numero di posti interni;
- La creazione di un’unica grande sala al primo piano.
L’idea progettuale fu quindi quella di costruire un’unica nuova struttura capace di raggruppare e organizzare le desiderate elencate sopra.

Il nuovo corpo di fabbrica è stato dettato dalle dimensioni planimetriche del campanile e da quelle del vecchio pergolato, che già originariamente si identificava come un volume ben definito.
La nuova struttura avvolge quindi il vecchio edificio e organizza in sequenza logica i seguente spazi:
L’entrata principale del ristorante; 2 wc per le signore, di cui uno per le persone in carrozzella;
Una nuova cucina con l’entrata fornitori dall’atrio principale;
Una nuova veranda a sostituzione di quella precedente .

Il rivestimento esterno del nuovo edificio è stato realizzato in lamiera e in vetro. Infatti, la facciata sud e gran parte di quella ovest sono composte da ampie vetrate scorrevoli che mettono in risalto lo splendido panorama e il giardino.
Per quanto riguarda il vecchio edificio, sono state eseguite piccole modifiche murarie in relazione alla vecchia cucina (nuovo bar), nonché all’office al primo piano.