Casa Brissago

2008 - 2011

Casa d'abitazione

Brissago

Il progetto riconosce la necessità di dialogare con il vecchio tessuto urbano e con il lago.
L’intenzione progettuale è stata quella di sviluppare un concetto architettonico capace di preservare le peculiarità del luogo.
Da un lato, vi è stato il desiderio o la necessità di costruire un edificio moderno ed ecologico, che potesse utilizzare un impianto di riscaldamento alternativo all’impiego del gasolio come fonte energetica e che potesse sfruttare l’orientamento sud-est degli spazi abitativi; dall’altro vi è stata la volontà di rispettare gli elementi compositivi ed espressivi degli edifici attigui.
La tipologia proposta per la facciata principale ripropone gli elementi architettonici presenti negli edifici tipici del luogo, quali gli stretti balconi che a livello espressivo fungono da marcapiani, le aperture puntuali (finestre) di modeste dimensioni e di forma rettangolare, nonché le gelosie a listelli orizzontali.
Ne consegue, una facciata caratterizzata dai marcapiani, dall’alternanza dei pieni e dei vuoti ad ogni piano e dagli elementi frangisole composti da traverse orizzontali. Suddetti elementi compositivi, unitamente alle ampie vetrate, mirano a relazionare fortemente gli spazi interni con il lago, preservando tuttavia la volontà architettonica ed espressiva di reinterpretare il rapporto tra pieni e vuoti presente negli edifici del luogo.
I parapetti dei piani superiori sono in vetro trasparente, mentre quello al livello -2 è stato realizzato in muratura stagna (calcestruzzo facciavista) fino alla quota di sicurezza esondazione 198 m/s.l.m, affinché l’unica paratia mobile prevista fosse quella in relazione alla porta d’entrata.
Nell’edificio sono organizzati entrata secondaria e cantine al livello -2 (lungolago), entrata principale e garage al livello 0 (via delle Scuole), lavanderia e locale tecnico al livello -1.
Al livello -2 si è proposto uno spazio relax (fitness) direttamente a contatto con il lungolago e ai piani superiori due appartamenti di 2½ locali, nonché un duplex con piano giorno mansardato caratterizzato da un’ampia terrazza scavata nel volume del tetto.
La divisione degli spazi su cinque livelli è gestita dagli elementi di collegamento verticali, quali il lift e il vano scala.

Casa Brissago

2008 - 2011

Casa d'abitazione

Brissago

Il progetto riconosce la necessità di dialogare con il vecchio tessuto urbano e con il lago.
L’intenzione progettuale è stata quella di sviluppare un concetto architettonico capace di preservare le peculiarità del luogo.
Da un lato, vi è stato il desiderio o la necessità di costruire un edificio moderno ed ecologico, che potesse utilizzare un impianto di riscaldamento alternativo all’impiego del gasolio come fonte energetica e che potesse sfruttare l’orientamento sud-est degli spazi abitativi; dall’altro vi è stata la volontà di rispettare gli elementi compositivi ed espressivi degli edifici attigui.
La tipologia proposta per la facciata principale ripropone gli elementi architettonici presenti negli edifici tipici del luogo, quali gli stretti balconi che a livello espressivo fungono da marcapiani, le aperture puntuali (finestre) di modeste dimensioni e di forma rettangolare, nonché le gelosie a listelli orizzontali.
Ne consegue, una facciata caratterizzata dai marcapiani, dall’alternanza dei pieni e dei vuoti ad ogni piano e dagli elementi frangisole composti da traverse orizzontali. Suddetti elementi compositivi, unitamente alle ampie vetrate, mirano a relazionare fortemente gli spazi interni con il lago, preservando tuttavia la volontà architettonica ed espressiva di reinterpretare il rapporto tra pieni e vuoti presente negli edifici del luogo.
I parapetti dei piani superiori sono in vetro trasparente, mentre quello al livello -2 è stato realizzato in muratura stagna (calcestruzzo facciavista) fino alla quota di sicurezza esondazione 198 m/s.l.m, affinché l’unica paratia mobile prevista fosse quella in relazione alla porta d’entrata.
Nell’edificio sono organizzati entrata secondaria e cantine al livello -2 (lungolago), entrata principale e garage al livello 0 (via delle Scuole), lavanderia e locale tecnico al livello -1.
Al livello -2 si è proposto uno spazio relax (fitness) direttamente a contatto con il lungolago e ai piani superiori due appartamenti di 2½ locali, nonché un duplex con piano giorno mansardato caratterizzato da un’ampia terrazza scavata nel volume del tetto.
La divisione degli spazi su cinque livelli è gestita dagli elementi di collegamento verticali, quali il lift e il vano scala.